La Pecora Elettrica ancora in fiamme a Roma

La Pecora Elettrica era già stata vittima di episodi di vandalismo ad aprile. Molti librai avevano espresso concretamente la propria solidarietà raccogliendo fondi attraverso operazioni di crowdfunding per permettere la riapertura immediata.

La nuova inaugurazione non c’è mai stata.

Un secondo incendio, doloso, l’ha impedita.

Centocelle alza la voce contro le attività malavitose che stanno mettendo in ginocchio un quartiere ormai in mano alla camorra e allo spaccio. Cade, quindi, la pista che riconduceva ad atti vandalici di natura politica imputati a gruppi legati al fascismo.

In prossimità della Pecora Elettrica, c’è un parchetto, Parco Don Cadmo Biavati che tutti indicano come luogo di spaccio. Altri addirittura come luogo in cui la droga, in particolare l’eroina, viene consumata. Da qui, questala tesi di tanti nel quartiere e che sta diventando anche ipotesi investigativa, il disturbo agli affari illeciti da parte di chi, come la Pecora Elettrica o come pizzeria Cento155, tenendo aperti i locali, porta gente, cultura e movimento. “

 

 

2 pensieri riguardo “La Pecora Elettrica ancora in fiamme a Roma

  • 11 Nov 2019 in 7:31
    Permalink

    Il primo a parlare alla folla, da un piccolo palco allestito nel piazzale di fronte al Tmb, stato il minisindaco Caudo: Siamo tantissimi, nonostante la pioggia, ci abbiamo messo il cuore e abbiamo fatto qualcosa di straordinario: da oggi niente sar pi lo stesso. Questa manifestazione dedicata a Roma, una citt bellissima e quello di oggi un atto d amore per una citt ferita che sta raccogliendo le macerie . Questa manifestazione, ha sottolineato il presidente, ha l unico obiettivo di uscire dall emergenza rifiuti che attanaglia il quadrante. Siamo qui davanti questo impianto che sembra pi una fossa di rifiuti che un Tmb, e voglio rivolgere un saluto e la mia solidariet ai lavoratori. Il Tmb solo la punta dell iceberg dei ritardi di Roma sui rifiuti . Roma, incendiata per la seconda volta la libreria La pecora elettrica. “Quella minaccia alla nostra liberta

    Risposta
  • 21 Nov 2019 in 13:30
    Permalink

    “Distruggere i luoghi delle idee e della promozione della cultura, quali sono le librerie, e un atto vile e pericoloso per la democrazia, che non deve avere cittadinanza nel nostro Paese”. Cosi il presidente dell’Associazione Italiana Editori (Aie), Ricardo Franco Levi. Dell’incendio ha parlato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “La Pecora Elettrica e un luogo di cultura e di aggregazione. Stanotte e stato dato alle fiamme dopo l’incendio dell’aprile scorso. Ai proprietari dico di tener duro e lottare per restituire a Roma la bellezza e la passione del loro impegno sociale”, il commento su Twitter. Dura anche la condanna della sindaca della Capitale, Virginia Raggi: “Inquietante l’ennesimo rogo alla libreria la @PecorElettrica a Roma. Se fosse confermato l’atto doloso sarebbe estremamente grave. Vicina ai proprietari, si faccia subito chiarezza!”, si legge su Twitter.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *